Casa privata 2/Private home 2, Torino

Ho visto questo magazzino, abbandonato da tempo, a due passi dal fiume Po:  la zona posteriore presentava già una porzione di tetto a spiovente così è stato possibile ricavare un soppalco dal quale accedere al tetto che è diventato un magnifico terrazzo.
L’entrata, dove c’era una saracinesca, è stata arretrata di un metro per creare un piccolo patio che divide il primo spazio dalla strada. L’ambiente unico è stato diviso da un cubo con due bagni separati: il primo ambiente è diventato una sorta di ufficio/studio mentre nel secondo è stata realizzato la zona cucina con una penisola, il camino e la zona soggiorno con due divani. Una snella scala di lamiera piegata porta sul soppalco, tenuto da putrelle; il pavimento del soppalco è di listoni di legno a vista ed una agile scala di tre gradoni, sempre di legno, porta sul terrazzo, a sua volta rivestito di travi da cantiere dismesse levigate e sbiancate.

 

A long-abandoned warehouse just a stone’s throw from the river Po: at the back, a portion of sloping roof enabled me to create a mezzanine giving access to the roof which has been turned into a magnificent terrace. The entrance where the warehouse shutters used to be has been removed to create a small patio. The single open space has been divided in two by the addition of a bathroom cube: the first room is now a studio, while a kitchen, fireplace and living room area have been created in the second. A slender staircase of bent sheet metal leads to a mezzanine-loft with wooden parquet flooring, where a bedroom area opens onto the terrace that has been floored with re-purposed construction-site wooden beams that have been re-surfaced to give a smooth finish, and bleached.

IO DONNA/CORRIERE DELLA SERA: “…il trasloco nella nuova casa, un vecchio garage con un giardino sul tetto è imminente….”

Immagini/Images